Le camere, ricavate nella originaria struttura muraria di una masseria tardo settecentesca, portano i nomi dei capostipiti delle famiglie patriarcali che un tempo vi risiedevano: l’Abbate, lu Pizzute, Peppine lu Mocculose. Una vecchia porcilaia è ora una dimora indipendente: il Trogolo. Tutti gli spazi presentano antichi arredi e manufatti propri della più ispirata cultura materiale abruzzese